Pier Giorgio Carizzoni
Presidente

 

La laurea in filosofia mi ha spinto a “inventare” una libera professione su misura che sviluppasse in un territorio fertile studi e conoscenze atti a valorizzare il mio amore per le ricerche storico-biografiche, iconografiche e documentarie, attorno ad artisti e intellettuali vissuti tra Ottocento e Novecento.

Seguendo un mio personalissimo fil rouge ho scelto di volta in volta soggetti che mi entusiasmassero per il loro contributo a una concezione del mondo innovativa, privilegiando pionieri e precursori che hanno aperto il nostro sguardo a nuovi mondi possibili e a una migliore conoscenza dell’uomo.

L’insaziabile curiosità  per nuove scoperte e il piacere di immergermi nella vita e nell’opera di uomini e donne straordinari mi hanno fatto varcare la soglia della specializzazione consentendomi di intrecciare letteratura-filosofia-cinema-fotografia: ho dunque appreso nel vivo del mio lavoro quanto ciascuna arte sia connessa alle altre, quanto sia gratificante e necessario approfondire ed esaltare quelle connessioni, depositandone tracce visibili attraverso mostre – convegni – pubblicazioni – rassegne – omaggi retrospettivi.

Mi reputo un paziente, tenace artigiano della cultura che opera in piena autonomia rispetto alle logiche commerciali e alle mode temporanee, non assecondando il filone dominante delle mostre-evento, talora di modesto valore culturale e per lo più votate a una effimera divulgazione.

Da oltre trent’anni vivo del mio lavoro, prodigandomi per ottenere i finanziamenti pubblici e privati necessari a realizzare i miei progetti.

Ho adottato il principio suggerito dal filosofo danese Kierkegaard “la verità  è nel risveglio”, risveglio delle coscienze là  dove la conoscenza è al servizio della vita, per renderla più consapevole, forse migliore, sicuramente meno omologata.

Ogni iniziativa, ogni manifestazione, ogni mostra è per me un avventuroso e fantastico viaggio nelle vicende umane e intellettuali di grandi personalità  dell’arte e della cultura di cui mi sento portatore, medium, amico. Nella fase preparatoria procedo come se dovessi costruire un mosaico nel quale ogni tessera abbia una sua ragion d’essere: ogni reperto, immagine, oggetto d’arte, testo, documento deve brillare di luce propria suscitando nell’osservatore emozioni e spunti di riflessione.

I miei collaboratori sono scelti secondo criteri di affinità  e affidabilità .

Adoro il mio lavoro.

Pier Giorgio Carizzoni

 

spacer

 

My philosophy degree encouraged me to “invent” a profession that would fit me perfectly and that would develop, within a fertile domain, a kind of study and understanding aimed at valorizing my love for historical-biographical, iconographic and documentary research concerning nineteenth- and twentieth-century artists and intellectuals.

By following my own personal common thread each time I chose figures that would excite me thanks to their contribution to forming an innovative idea of the world, preferring pioneers and precursors who helped us turn our gaze in the direction of possible new worlds and a better understanding of man.

My insatiable curiosity about new discoveries and my pleasure in being immersed in the lives and works of extraordinary men and women encouraged me to cross the threshold into more in-depth study, allowing me to combine literature, philosophy, cinema and photography. Hence I learned from the very heart of my work just to what extent each art is connected to others, how gratifying and necessary it is to deepen and emphasize those connections, identifying visible traces by way of retrospective exhibitions, meetings, publications, reviews, tributes.

I consider myself to be a patient, tenacious craftsman of culture who works independently of the rationale of the market and temporary fashions; I don’t support the dominant trend of exhibitions-events which are often of modest cultural level and are generally aimed at ephemeral dissemination.

For over thirty years I have supported myself with my work, trying hard to find the public and private funding I need to be able to fulfill my ambitions.

I have adopted the principle suggested by the Danish philosopher Kierkegaard “the truth is in the awakening,” the awakening of the consciences where knowledge is at the service of life, in order to make it more aware, perhaps better, and definitely less homologated.

Every initiative, every show, every exhibition is an adventuresome and fantastic voyage into the human and intellectual events of the great figures of art and culture, for which I consider myself to be a bearer, a medium, a friend. In the preparatory stage I proceed as if I had to build up a mosaic where each tile is its own raison d’être: each find, image, art object, text, document must shine with its own light and stir up in the observer emotion and food for thought. I choose my collaborators on the grounds of affinity and reliability.

I simply love what I do.

Pier Giorgio Carizzoni


spacer

Pier Giorgio Carizzoni – Curriculum vitae

Milanese, laureato in Filosofia con una tesi di Estetica sul cinema documentario latino-americano nel 1986 (Università  di Bologna), dopo una parentesi nel mondo della scuola come insegnante, a Milano partecipa come conduttore di rubriche di cultura e spettacolo allo sviluppo delle prime emittenti radiofoniche private: circuito Multiradio, Radio Meneghina, Radio Popolare, direzione di Radio Nord Italia. Nel 1981 è iscritto all’Ordine dei Giornalisti Lombardi dopo alcune collaborazioni con il quotidiano “L’occhio”, il settimanale “Contro”, il mensile “Cento cose”; nel 1985 è uno dei giornalisti-curatori della rubrica televisiva di informazione cinematografica e teatrale “Effetto spettacolo” (RAI TRE Lombardia).

Nel 1982 organizza la mostra fotografica “Hollywood anni trenta” per conto della Biennale di Venezia, del Comune di Milano e della Regione Lombardia, quindi per 8 anni consecutivi (dal 1982 al 1989) lavora nell’organizzazione della manifestazione “Panoramica: i film di Venezia a Milano”, promossa dal Comune di Milano in collaborazione con la Biennale di Venezia. Tra il 1983 e il 1986 collabora a numerose rassegne cinematografiche a Milano e nel resto d’Italia tra cui “Cara Brigitte Bardot”, “Montecatini Cinema”.

Alla fine del 1987 fonda l’Agenzia Pro Movie, che progetta ed organizza numerose rassegne cinematografiche (sovente per conto del Comune di Milano), anteprime, convegni, settimane internazionali, in gran parte al cinema De Amicis (“La mia Danimarca”, “Made in Argentina”, “La Cina è vicina”, “Stelle d’India”. Pro Movie organizza varie Settimane del cinema italiano all’estero: a Colonia (1989), a Mosca (1993) e a Bucarest (1994), con la partecipazione di Ricki Tognazzi, Simona Izzo e Silvio Soldini. Con la partnership del Goethe-Institut di Milano e del Comune di Milano, dal 1987 al 1995 Pro Movie progetta e organizza tutte le edizioni annuali de “Il cielo sulla Germania”, tra cui un affollatissimo ”Omaggio a Fassbinder” (retrospettiva e convegno) nel 1992, alla presenza di Hanna Schygulla, che tocca altre 4 città  italiane. Complessivamente Pro Movie ha progettato ed organizzato circa 30 manifestazioni nell’arco di un decennio.
Clicca qui per visualizzare alcune iniziative della Pro Movie.

Nella primavera 1995, dopo 4 anni di preparazione, cura e allestisce la mostra “Sguardi su Nietzsche” al Palazzo delle Esposizioni di Roma, per conto del Comune di Roma; negli anni successivi la mostra viene esposta a Milano, Bologna, Venezia, Latina, Siracusa, Trieste, Vicenza, Arco e in altre sedi.

Nel marzo del 1997 fonda la Associazione Culturale Dioniso che si propone di valorizzare e promuovere l’opera di quei pionieri, spiriti liberi, utopisti e innovatori del pensiero e delle arti, che tra Ottocento e Novecento hanno aperto la strada a una nuova visione del mondo lasciando una traccia indelebile nella storia dell’umanità . A scrittori, filosofi, poeti, cineasti, artisti del calibro di Sigmund Freud, Sergei Eisenstein, Rabindranath Tagore, Peter Brook, Rainer Maria Rilke, Ingmar Bergman, Rainer Werner Fassbinder, Pina Bausch, Yasujiro Ozu, Wilhelm Reich, Isadora Duncan, Federico Fellini, Boris Pasternak, Theo Angelopoulos, Richard Wagner, Knut Hamsun, l’Associazione Dioniso ha reso omaggio progettando e allestendo mostre di rilevante impatto visivo ed emotivo, organizzando rassegne e retrospettive, convegni e conferenze, pubblicazioni, DVD, contributi critici, grazie a collaborazioni con diverse istituzioni o enti culturali italiani e stranieri (tra cui: gli Assessorati alla Cultura di svariati Comuni, Province e Regioni d’Italia, il Piccolo Teatro di Milano, il Museo Rodin di Parigi, la Bibliothèque Nationale de France, il Museo Freud di Vienna e Londra, il Forum Austriaco di Cultura a Milano, il Teatro alla Scala, Banca Popolare di Milano, il Museo della letteratura di Mosca, il Goethe-Institut, Beethoven-Haus di Bonn e altri).

è stato ripetutamente docente di Master e corsi post-universitari sulla comunicazione, la progettazione e la realizzazione di eventi culturali, presso l’Università  di Catania (sede di Siracusa) e presso il “Formaper” della Camera di Commercio di Milano.

Leggi l’intervista su Italia Oggi

 

Mostre/curatela:

“Nietzsche, Rilke, Lou Salomé. Il dicibile e l’indicibile”, Fabbrica del Vapore, Milano, 2017
“Etty Hillesum. Maestra di vita”, Copertino, Lecce, 2017
“Etty Hillesum. Maestra di vita”, Fabbrica del Vapore, Milano, 2014-2015
“Etty Hillesum. Maestra di vita”, Palazzo Albrizzi (Venezia), Villa Venier (Vo’ Euganeo), 2014
“La prima volta di Gianni Berengo Gardin, Ferdinando Scianna, Olivo Barbieri”, Bari, 2011
“Rainer Maria Rilke. Il poeta e i suoi angeli”, Castello di Duino (Trieste), Palazzo Albrizzi (Venezia), Riva del Garda, Piacenza, 2008/2009/2011
“I volti di Bergman (Fårö su Bergman)”, Milano, Fondazione Catella, 2008
“Sigmund Freud nella terra dei sogni. Il viaggiatore e il collezionista”, Castello di Gorizia, 2006
“Isadora Duncan, Pina Bausch. Danza dell’anima, liberazione del corpo”, Palazzo delle Stelline, Milano, 2006
“Fidelio e Beethoven”, Milano, Teatro alla Scala, 2000/2001
“Sissi, l’impossibile altrove”, Trieste, Castello di Miramare, 2000
“Rilke e Lou, il visibile e l’invisibile” Milano, Palazzo Bagatti-Valsecchi, 1997
“Pasternak, il dottor Zivago”, Milano, Palazzo Bagatti-Valsecchi, 1999
“Sguardi su Nietzsche”, Palazzo delle Esposizioni, Roma, 1995 e – sino all’anno 2000 – in altre città  italiane

Pubblicazioni, saggi:

“Nietzsche, le parole, le immagini” Oscar Mondadori, 1995
“La sola perfezione è la gioia” Skira, 1997 (volume “Rilke e Lou, il visibile e l’invisibile”)
“Il volto celato”, Silvana, 2000 (catalogo Mostra “Sissi, l’impossibile altrove”)
“Pietre parlanti” Chimera, 2006 (Guida alla Mostra su Sigmund Freud a Gorizia)
“Introduzione alla mostra” Isadora Duncan/Pina Bausch, Catalogo Skira, 2006
“Il sigillo di Ingmar Bergman”, Iperborea, 2008
“La prima volta/Frontiere” Laterza, 2011

Telefono studio: 02.7200.4100

Via del Torchio 10, 20123 Milano

 

Piero Giorgio C

Pier Giorgio Carizzoni

spacer

Liliana Bertoli
Rassegne cinematografiche
Vittorio Bocceda
Ricerche bibliografiche, iconografiche, musicali

spacer

Gloria Ratti
Comunicazione e Relazioni esterne
M. Cristina De Nigris
Art Direction / Grafica

spacer

Paola Sioli
Interprete
Arianna Ghilardotti
Ricerche bibliografiche, traduzioni, testi

spacer

Gabriele Fedozzi
Collaborazioni con enti e istituzioni francesi
Gianluca Binello
Allestimento mostre

spacer

Alessandro Perna
Ufficio stampa, comunicazione
Giovanni Vassallo
Socio Fondatore

spacer

Valeria Vaccari
Arte contemporanea
Nereo Rapetti
Produzioni video, sottotitolazione elettronica

spacer

Hanno preso parte alle nostre manifestazioni, a vario titolo:

Mario Aletti
Sossio Giametta
Rossella Fabbrichesi
Susanna Mati
Eric Minetto
Massimo Morasso
Laura Pariani
Gianguido Piazza
Enzo Restagno
Anna Torterolo
Amelia Valtolina
Elisabetta Chicco Vitzizzai
Marilia Albanese
Bibi Andersson
Harriet Andersson
Sergio Arecco
Olivo Barbieri
Marco Bechis
Gianni Berengo Gardin
Renato Berta
Stig Björkman
Laura Boella
Ferdinando Bruni
Gian Butturini
Eva Cantarella
Francesco Carbone
Annamaria Cascetta
Patrice Chéreau
Claudio Cressati
Maurizio Cucchi
Jan Cvitkovic
Antonio C. Dall’Acqua
Silvio Danese
Milo De Angelis
Piera Detassis
Giuseppe Di Leva
Luciano Erba
Roberto Escobar
Goffredo Fofi
Enzo Funari
Barbara Gabotto e Giacomo Guidetti
Piergiorgio Giacchè
Giancarlo Giannini
Giulio Giorello
Giulio Guidorizzi
Harvey Keitel
Nina Kusturica
Meri Lao
Gabriele Lavia
Coco Leonardi
Stefano Levi Della Torre
Franco Loi
Romano Madera
Rino Maenza
Sergio Maifredi
Giancarlo Majorino
Rosalba Maletta
Luciano Marchino
Riccardo Martinelli
Paolo Mereghetti
Alda Merini
Morando Morandini
Laura Morante
Roberto Nepoti
Giampiero Neri
Nadia Neri
Hermann Nitsch
Silvia Pasello
Franco Piavoli
Silvano Piccardi
Oliviero Ponte di Pino
Maurizio Porro
Quirino Principe
Luigi Reitani
Gabriella Rovagnati
Pieraldo Rovatti
Franco Quadri
Tatti Sanguineti
Hanna Schygulla
Inge Scholz-Strasser
Ferdinando Scianna
Vittorio Sgarbi
Gabriella Sica
Carlo Sini
Silvio Soldini
Roberto Speziale-Bagliacca
Alain Tanner
Unni Straume
Rossana Valier
Aldo Venturelli
Gerrit Van Oord
Lucia Vasini
Franco Volpi
Ulli Weiss

Un particolare, fervido ringraziamento va a un gruppo di persone che hanno dato massima fiducia alla nostra attività , contribuendo con ogni mezzo al coronamento di alcuni nostri sogni e progetti:
Stella Avallone, Pierfranco Bianchetti, Maria Grazia Curletti, Mario Erschen, Hans-Peter Hebel, Marzio Tremaglia

 

Abbiamo contato e contiamo sull’amicizia,
i contributi creativi e la collaborazione di:

Daniela Castellucci, Milano
Ilaria Mascheroni, Milano
Alice Pirotta, Milano
Milena Ronzoni, Milano
Amici della Scala/Anna Crespi, Milano
Juanita Apraez, Milano
Pietro Baj, Milano
Daniele Balboni, Milano
Francesca Bandel Dragone, Milano
Pietro Bellasi, Milano
Lucio Benazzi, Parma
Lara Bezzecchi, Milano
Ela Bialkowska, Siena
Nila Bonetti, Milano
Sara Borin, Castellanza
Sandro Bortot, Aosta
Camila Botticella, Milano
Claudia Buraschi, Milano
Federica Candela, Milano
Marzio Castagnedi, Milano/L’Avana
Paola Cerutti, Ascona
Nicoletta Ceschi, Verona
Dora Comneno, Cagliari
Marco Caselli, Ferrara
Federica Cazzaniga, Milano
Paola Conzatti, Milano-New Delhi
Lucia Crespi, Milano
Cristina Crippa e Elio De Capitani/Teatro dell’Elfo, Milano
Gabriella Cucchini, Trieste
Piero d’Oro, Milano/Cosenza
Silvia Davoli, Milano
Diana De Rosa, Trieste
Laura Darsié, Torino
Eleonora Di Iulio, Como
Riccardo Di Vincenzo, Milano
Catia Donini, Rimini
ENS/Ente Nazionale Sordi, Milano
Davide Esposito, Milano
Roberto Fai, Siracusa
Davide Finco, Genova
Giovanna Fiorentini, Padova
Mirko Fontemaggi, Genova
Paolo M. Fumagalli, Milano
Barbara Gabotto e Giacomo Guidetti, Milano
Arianna Gadaldi, Milano
Giulia Gallini, Milano/Amsterdam
Tatjana Gawron, Vienna
Francesca Gerosa, Milano
Leonardo Giacomini, Milano
Maria Giovanna Forlani, Piacenza
Melchiade Gariboldi, Milano
Maria Gregorio, Milano
Claudia Grigolli, Milano
Oscar Iarussi, Bari
Maurizio Iodice, Cagliari
Giulia Iselle, Milano/Roma
Nicole Janigro, Milano
Maria Vittoria Jonutas Puscasiu, Milano
Else L’Orange, Roma
Fabrizio Lava, Biella
Marina Leonardi, Modena
Francesco Leprino, Milano
Nino Liguigli, Lodi
Enrico Livraghi, Milano
Carola Lorea, Roma/Calcutta
Donatella Lupo, Milano
Pietro Sergio Mauri, Milano
Maria Grazia Mazzali, Parma
Fiorenza Manfrin, Milano
Nicoletta Manno, Milano
Gillian McLeod, Ascona
Tanja Mljac, Lubiana
Lucia Morato, Padova
Andrea Morini, Bologna
Manuela Moreira, Brescia
Peppino Munafò, Milano
Elisa Musci, Milano
Rita Orlando, Latina
Luigi Paini, Milano
Silvia Parlagreco, Torino
Lorenzo Pellizzari, Milano
Vincenzo Pezzella, Milano
Philip Pianezzi, Lugano
Francesca Piatti, Frascati
Mario Piavoli, Brescia
Andrea Pilloni, Milano
Rossana Pistolato, Treviso
Nevia Pizzul Capello, Venezia
Patrizia Raimondi, Bologna
Fiorano Rancati, Milano
Francesco Rigon, Venezia
Ilaria Ruggiero, Milano
Giancarlo Ricci, Milano
Angharad Rixon, Milano
Barbara Rossi, Milano
Liliana Sacchi, Milano
Franca Sanna e Franco Batacchi, Venezia
Giusi Santoro e Stefano Cattini, Bologna
Laura Santoro Ragaini, Milano
Raimondo Santucci, Milano
Elena Schiavi, Milano
Piero Sciotto, Milano
Mario Serenellini, Parigi
Elena Siniscalchi, Milano
Bruno Slaviero, Milano
Carla Soffritti, Parma
Eleonora Sparvoli, Milano
Emanuele Tessarolo, Milano
Emanuela Torri, Milano
Gianni Usai, Genova
Cesare Vergati, Milano
Daniela Villa, Milano
Marta Zanotti, Milano
Franchino Zari, Milano

Pier Giorgio Carizzoni, Pierfranco Bianchetti (Comune di Milano) e il grande proiezionista del cinema De Amicis, Gariboldi

Pier Giorgio Carizzoni, Pierfranco Bianchetti (Comune di Milano) e il grande proiezionista del cinema De Amicis, Gariboldi

Staff Dioniso - inaugurazione mostra “Isidora Duncan - Pina Bausch”

Staff Dioniso – inaugurazione mostra “Isadora Duncan – Pina Bausch”